Ricordo di Franco Biondi Santi, il Patriarca del Brunello

È morto lo scorso 7 aprile a 91 anni il Patriarca del Brunello Franco Biondi Santi.

Per tre/quattro volte nella mia professione mi sono imbattuto nel  “Country Gentleman del Brunello”.

La famiglia Biondi Santi e più precisamente il nonno di Franco, Ferruccio Biondi Santi, inventò il Brunello di Montalcino che nel corso degli anni è diventato da prodotto di nicchia a re dei vini italiani e orgoglio dell’enologia italiana nel mondo.

Non sto a soffermarmi sull’eredità enologica di Franco Biondi Santi, tranne che per testimoniare direttamente la cura, l’attenzione e la passione che dedicava ai suoi vigneti e alla sua cantina.

Immagine 1
Immagine 1

Girando con lui nei vigneti ci mostrava con orgoglio le piante figlie di quel Sangiovese Grosso che diede origine al Brunello (vedi l’immagine 1 che ritrae lo scrivente con Franco Biondi Santi, il collega ed amico Giampaolo e l’allora responsabile del Consorzio del Brunello Maurizio), controllava se il terreno era in tempra o se aveva bisogno di lavorazioni.

Immagine 2
Immagine 2

In cantina seguiva accuratamente il giro ispettivo che il sottoscritto e il collega Giampaolo eseguivamo per conto del Consorzio del Brunello (immagine 2) e a un certo punto tirava fuori la chiave della stanzetta, dove erano conservate le bottiglie delle annate storiche delle riserve del suo leggendario Brunello. E qui ho potuto constatare di persona la conservazione delle bottiglie da 72 cl (ormai soppiantate da quelle da 75 cl) delle riserve (cito alcune) 1969, 1955 (giudicata tra i migliori 12 vini del XX secolo), 1891 e 1888 (il primo Brunello) di cui rimangono 2 bottiglie da 72 cl.

Per un addetto ai lavori come me l’aver avuto a che fare, anche solo occasionalmente, con il dott. Biondi Santi è motivo di orgoglio per l’eredità professionale e umana che ci ha lasciato. Sicuramente è una figura che rimarrà impressa nella storia di Montalcino e dell’enologia italiana.

 

Questa volta la mia frase finale è dedicata a questo monumento umano, Franco Biondi Santi:

 

In alto i calici!

 

IndoVino

Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    Liana (martedì, 09 aprile 2013 19:31)

    se anche ci ha lasciato un cultore del vino confido che il cambio generazionale sia all'altezza della storia creata

  • #2

    Antonella (martedì, 09 aprile 2013 19:48)

    L'aver avuto rapporti con questa persona e averla anche conosciuta credo che ti abbia arricchito tanto contribuendo non solo ad alimentare la tua grande passione per questo lavoro ma anche affinando ancor più il tuo sapere che oggi diffondi con tanta semplicità e tanto fervore a noi semplici profani. Hai conosciuto una persona che ha creduto fino in fondo nel suo progetto ed è grazie a lui che oggi ereditiamo un prezioso "oro da tavola" e che anche tu ci permetti di versare nei nostri calici per impreziosire quanto di più bello ci può essere nella nostra vita...la comunione a tavola di momenti semplici e gioviali con amici e familiari.
    Il Sig. Franco Biondi Santi non ci sarà fisicamente più a tavola con i suoi amici e familiari ma con il suo oro e grazie al tuo lavoro in quel brindisi lui ci sarà sempre.
    Quale espressione più appropriata se non per questa occasione è:
    in alto i calici!

  • #3

    francesca (mercoledì, 10 aprile 2013 08:03)

    genuinità e competenza, un esempio da seguire ed una fortuna averlo conosciuto

  • #4

    Il marinaio (mercoledì, 17 aprile 2013 08:24)

    Complimenti, scrivi così bene ed in maniera così coinvolgente che adesso mi trovo davanti al PC a chiedermi per quale motivo ho scelto di andar per mare anziché andar per viti campi e vitigni! Non ho mai incontrato Biondi Santi e adesso che ho letto il tuo ricordo, mi rendo conto di aver perso un'occasione.

Translator

La nostra web radio amica

Il link per la buona musica!

For  international orders,  ask about it  here

 

 

Buoni Sconto

Utilizza i buoni sconto di Cantine Toscane!

Puoi scoprirlo...

  1. Ascoltando www.deejayfoxradio.com
  2. Diventando cliente del negozio di strumenti musicali SCARPELLINI in via Abate Crippa 9 a Treviglio (BG) - www.scarpellinistrumentimusicali.it

Ricerca - Search